Val Ferret

Val Ferret

Val Ferret
© Adriano Frosi

Corre, poco a nord della conca di Courmayeur, come un ideale confine del massiccio del Monte Bianco, assieme alla Valdigne. Una delle vie di accesso privilegiate per i trekking e i percorsi di alpinismo più alti e famosi d'Europa, la val Ferret è perfetta per i veri appassionati di montagna.

La valle forse migliore in assoluto per praticare quasi tutti gli sport di montagna in regione. Ecco l'identikit sbrigativo della Val Ferret. Al cospetto del Bianco, a un nulla dalle piste di sci alpino di Courmayeur, una delle stazioni invernali più famose e importanti della Valle d'Aosta. Dalla pesca nella Dora di Ferret, fino ad alcune delle arrampicate più belle e suggestive attorno al Monte Bianco. Ma le grandi attrattive della vallata sono soprattutto due. Eccole qui.

Sci di fondo

Gli amanti dello sci nordico, dei lunghi bastoncini, della tecnica classica o pattinata, sanno che il loro paradiso valdostano personale è la Val Ferret. Di solito, neve invernale è tanta e ricopre interamente il fondovalle. Che diventa istantaneamente e durevolmente un'enorme pista di fondo naturale. Da fine Novembre ai primi di Maggio (se l'annata è quella giusta), nello splendido scenario di boschi di conifere, si snodano alcuni degli anelli miegliori della Valle d'Aosta. Da Planpincieux prte l'anello che percorre l'intera valle, fino a Lavachey. Il tratto dell'Arnouva, per gli esperti e gli allenati, regala grandi emozioni tra le vette delle Grandes Jorasses, le imponenti montagne di granito che fanno da ancelle al Monte Bianco che ospitano, nel versante nord, uno dei percorsi alpinistici più difficili delle Alpi.

Il Giro del Monte Bianco

Uno dei trekking più celebrati d'Europa, certamente quello che ci mette in pole position per scattare le più belle foto alla più alta cima continentali. Un sentiero splendido, attrezzatissimo, riservato ai camminatori più allenati (non necessariamente ai più esperti). Vie antichissime restaurate per un'esperienza indimenticabile. La val Ferret fa la sua parte con gli accessi al Rifugio Elena e al Rifugio Bertone al cospetto del col Ferret, punto più alto tappa fondamentale di questo splendido viaggio a piedi attorno al gigante di ghiaccio e granito. Un anello che sconfina in Francia, fino al paese di Le Houches e ritorno, in dodici tapper circa, per oltre 170 km di cammino e 11.000 metri di dislivello.